Cerca nel blog

Caricamento in corso...

giovedì 1 dicembre 2016


1 Dicembre 2016

Evviva, oggi ci siamo incontrate nuovamente dopo tanto tempo.
Per noi tutte è stato un bellissimo pomeriggio; purtroppo Grazia non c'era e l'aspettiamo per il prossimo incontro, in data da definire.
Tanti i titoli citati:
Vergine Giurata di Elvira Dones ed Aprile spezzato di Ismail Kadare, due autori albanesi con 2 temi veramente singolari, che raccontano di storie legate ad antiche e crudeli tradizioni del Paese.
Il Padrone del mondo di Benson, una grande profezia sul mondo che sarà, scritta nel 1907 e sorprendente per gli scenari e le situazioni che descrive, così attuali.
Camera con vista di Forster e Via dalla pazza folla di Hardy, 2 classici della letteratura inglese, consigliati a chi ama la letteratura inglese dell'ottocento/primo novecento, specialmente nelle serate fredde e piovose, con un the' ed un plaid in un caldo salottino.
L'anello di re Salomone di Konrad Lorenz, un capolavoro sempre attuale di affascinante e accattivante etologia, L'esercito delle cose inutili di Paola Mastrocola.
Siamo quindi passate alla letteratura russa: Delitto e castigo e I fratelli Karamazov di Dostoevskij, 2 opere corpose, ma da non perdere.
Follia di McGrath,storia avvincente ma cupa e tormentosa, che sonda la psiche dei protagonisti e narra di una passione letale.
Aggiungo infine 2 titoli consigliati da Corrado Augias: La scuola cattolica di Albinati e Qualcosa su Lehman, a detta di Augias 2 libri veramente meritevoli di essere letti.
Un grande abbraccio alle amiche di lettura e grazie per il tempo passato insieme, momenti speciali di inenarrabile piacere.

domenica 29 marzo 2015

Curarsi con i libri

E' il titolo del libro che più mi ha colpito tra quelli che abbiamo recensito nell'ultimo incontro.
Sicuramente è un libro singolare, scritto da 2 autrici inglesi che praticano veramente la biblioterapia!!
Tra tutte le cavolate che si trovano in giro attualmente, questa pratica mi sembra veramente degna di rispetto e vale la pena provarla. Chissà se quando mi manderanno in pensione non apra uno studio di terapia con i libri!!!
Tanti i titoli citati dalle nostre lettrici: L'estate in cui accadde tutto di Bill Bryson, piavevole e scorrevole " C’è un anno nella vita degli Stati Uniti in cui il Paese ha scommesso sul suo futuro, sulla fiducia, lo slancio, l’ottimismo. È il 1927, due anni prima della Grande Depressione, è l’anno di una stella del baseball, quel Babe Ruth diventato leggenda per i suoi fuoricampo e le sue continue trasgressioni, alimentari e sessuali....."  Ancora: Una donna diversa di Ann Tyler, Primavera da cani di Patrik Modiano . Beccaria di Michel Porret, ci spiega il pensiero del Beccaria in tema di pene e di delitti, distinguendo il crimine dal peccato. Il sogno di Bruno di Iris Murdoch, Quella sera dorata, di Peter Cameron : "Quando qualcuno si accinge a scrivere la biografia di qualcun altro, parenti e amici del biografato cercano quasi sempre di ostacolare un'iniziativa che, in un futuro minacciosamente vicino, li costringerebbe a leggere la solita compilazione di svarioni, congetture e voli di fantasia non autorizzati. È quindi ovvio che né la moglie, né il fratello, né l'amante del defunto Jules Gund, autore di un solo e venerato libro, desiderano che il giovane Omar Rezaghi si rechi nella tenuta di famiglia in Uruguay, e si impicci di faccende che non lo riguardano. È solo l'inizio di una commedia dove nessuna combinazione di fatti, sentimenti o rivelazioni è esclusa in partenza".
 Consigliato.
Il buio oltre la siepe : In una cittadina del "profondo" Sud degli Stati Uniti l'onesto avvocato Atticus Finch è incaricato della difesa d'ufficio di un "negro" accusato di violenza carnale; riuscirà a dimostrarne l'innocenza, ma l'uomo sarà ugualmente condannato a morte. La vicenda, che è solo l'episodio centrale del romanzo, è raccontata dalla piccola Scout, la figlia di Atticus, un Huckleberry in gonnella, che scandalizza le signore con un linguaggio non proprio ortodosso, testimone e protagonista di fatti che nella loro atrocità e violenza non riescono mai a essere più grandi di lei. Nel suo raccontare lieve e veloce, ironico e pietoso, rivive il mondo dell'infanzia che è un po' di tutti noi, con i suoi miti, le sue emozioni, le sue scoperte.  Un classico che non può mancare nel patrimonio culturale di ciascuno di noi.
Ancora: Canale Mussolini di Antonio Pennacchi, interessante e poco conosciuta storia della bonifica dell'Agro Pontino e dei coloni che trasmigrarono dal Nord, costretti dalla miseria e dalle vicende storiche della prima metà del secolo scorso.  Letture in corso: Madame Bovary e l'amica geniale.
 

martedì 3 febbraio 2015

Letture di Gennaio

Care amiche ad amici,
queste le ultime letture di cui si è parlato venerdì 30 gennaio:
Di Melania Mazzuco:
Vita - Il Museo  del Mondo - La lunga attesa dell'Angelo.
Scrittrice versatile e colta, nel museo del mondo presenta ed interpreta 52 opere.
Domenico Starnone: Segni d'oro
di Anne Tayler "Per puro caso"
 
"Finzioni" di Borges, libro di racconti non facile, che richiede grande concentrazione perché si entra in una finzione che sembra realtà; consigliato a chi si vuole impegnare per crescere culturalmente. Esempio di letteratura post modernista.
Momo di Ende, bellissima favola sul significato del tempo.
 
Il buio oltre la siepe, di Harper, un classico sempre piacevole e ricco di buoni sentimenti.
 
Grandi speranze di Dickens, l'autore ci presenta un'altra galleria di indimenticabili personaggi sullo sfondo della Londra ottocentesca, con i suoi fortissimi contrasti.
 
La verità sul caso Harry Quebert, di Joel Dicker, romanzo a sfondo giallo, ma non solo. Ci presenta una storia avvincente, dai mille colpi di scena, ambientata nella provincia americana.
 
Ci vediamo il 27 febbraio. Tantissimi auguri a Grazia, che si rimetta in forma e ci aggiorni sulle sue letture!

lunedì 22 dicembre 2014

Auguri di Natale

 
 
Tanti Auguri di un Felice Natale e Sereno Anno Nuovo in compagnia dei
 
nostri amati libri!
 
Ci vediamo il 30 Gennaio 2015
 
Marisa    Grazia   Rosa   Gloria
 
 
 
 

domenica 14 dicembre 2014

Ci vediamo il 19 dicembre per il tè!

Venerdì 19 dicembre ci troveremo per gli ultimi aggiornamenti letterari e per gli auguri di Natale.
Ricordo i titoli di cui abbiamo parlato il 21 novembre:
Giordano: Il corpo umano, Il nero e l'argento; Pennacchi: Canale Mussolini, che tratta della bonifica delle Paludi Pontine da parte dei Veneti.
Colin Dexter: il mistero del terzo miglio;
Massimo Fini: La ragione aveva torto? La rivoluzione illuminista, quella scientifica e quella tecnologica hanno davvero accresciuto il benessere degli uomini e migliorato la qualità della loro vita? "La Ragione aveva Torto?" affronta i grandi temi della vita sociale ma è anche un racconto di microstoria sulla casa, il cibo, la fatica fisica, i piaceri corporali e morali, il rapporto con l'ambiente naturale così come sono stati vissuti dall'uomo negli ultimi cinque secoli.
Giuseppina Torregrossa: La miscela segreta di casa Olivares.
Tolstoj Anna Karenina.

A presto
Gloria

venerdì 8 agosto 2014

8 agosto 2014

Cari amici ed amiche del blog,
proviamo a riprendere la nostra scrittura, dopo tanto tempo di inattività.
Si, ci siamo trovate di agosto, anche se solo in quattro, ed è stato un incontro breve ma intenso, che ci ha dato spunti di lettura  per le nostre imminenti e brevi vacanze.
Grazia ha letto tantissimo e ci da questi spunti: Il bordo vertiginoso delle cose, di Carofiglio; Splendore, della Mazzantini, da non perdere, caldamente consigliato! Nessuno si salva da solo, sempre della Mazzantini, ma con una stelletta sola; Paolo Giordano: Il corpo umano e sempre della Mazzantini: Manola.
Rosa ci ha parlato de L'arte di essere saggi, di Seneca, con testo originale a fronte, da non perdere anche per ripassare un po' di latino; Il Castello d'inganni, di Elisabeth George, per gli amanti del giallo inglese( a mio parere da non perdere); Maurizio De Giovanni: In fondo al tuo cuore, romanzo ambientato nella ormai consueta cornice della Napoli ai tempi del fascismo; e infine uno spunto originale: di Fergusson: Autostop con Budda: è la storia di un viaggio attraverso la strada dei ciliegi in fiori in Giappone, vista attraverso incontri con vari personaggi che il protagonista incontra in questo insolito viaggio.
Con Marisa si è parlato di Guerra e Pace, di Lev Tolstoj; Marisa, che finalmente ha terminato di leggere il monumentale romanzo, ce ne ha letto una pagina e sarebbe bello ogni tanto scegliere un brano del libro da condividere, perché questo stupendo romanzo racchiude in se tutti i sentimenti, i pensieri, i drammi, le gioie, la saggezza della vita.
Gloria sta leggendo Molto forte, incredibilmente vicino, di Safran Foer, ancora in corso di lettura, ma il romanzo si presenta interessante e molto originale.
Se possibile ci troveremo verso la fine di settembre in data da definire. Nel frattempo:
Buona lettura!!
 

sabato 25 gennaio 2014

La Generazione

Ieri finalmente, dopo una pausa forzata, ci siamo ritrovate per il thè delle 5. Pioveva forte ma niente ha fermato le lettrici.
Prima di tutto voglio dire due parole sul libro che ho letto di recente, La Generazione, di Simone Lenzi, un libro sulla storia di una coppia che ricorre alla procreazione assistita per appagare il desiderio di avere un figlio. Il romanzo è originale perché la vicenda è vista dalla parte dell'uomo, di solito figura in ombra in questi percorsi lunghi e difficili sia per lei che per lui. L'uomo in questione è una persona singolare: dotato di una grande sensibilità, ha scelto di fare il portiere di notte per soddisfare la passione per i libri; la vicenda della coppia si alterna con la storia di Simone, del percorso di ricerca che farà attraverso la storia della medicina in merito appunto alla generazione. Pretesto che porterà ad assonanze, rimandi, echi, ricordi che si intrecciano con il passato ed il presente. Finale non scontato né banale.
Molti ancora sono stati i titoli di cui si è parlato:
Momenti fatali, di Stefan Zweig, miniature storiche in cui si spiega come accadimenti storici importanti sono stati determinati da un quid che ha fatto virare appunto la storia in una direzione; così la conquista di Bisanzio, la morte di Cicerone, la resurrezione di Hendel e molto altro (+++)-
La condanna del sangue, di Maurizio De Giovanni, un giallo, parte di una serie, ambientato nella Napoli del fascismo: affresco eccezionale di quell'epoca (+++).
Grandi speranze, Dickens, bellissimo (+++)
Middlemarch, di George Eliot, prima metà dell'ottocento, affresco di vita provinciale, scritto bene, ma non entusiasmante (++).
Il sorriso dell'ignoto marinaio, Vincenzo Consolo, la storia romanzata del barone Enrico Piraino, che avendo trovato un dipinto, a bordo di una nave che va a Tindari, vede un uomo identico al ritratto; tutto si impernia su questa storia.
Philomena, romanzo da cui è stato tratto il celebre film, narra di una vicenda dolorosa, di un'epoca in cui si sottraevano i figli brutalmente alle ragazze madri per darli in adozione, con tutte le implicazioni di sofferenza delle mamme e dei figli.
Il prossimo appuntamento è per venerdì 28 febbraio.
Dunque non ci resta che leggere per condividere.
Gloria